Share Button

L’Indonesia è un arcipelago costituito da tantissime isole e isolette, elemento che fa comprendere come la nostra cucina possa differenziarsi a seconda della specifica regione. Però, c’è un elemento comune: il grande utilizzo di spezie che insaporisce i piatti.

Gli indonesiani usano quotidianamente lo zenzero, la noce moscata, la curcuma, le arachidi, l’aglio, il pepe e tante altre anche per dare colore alle pietanze. La nostra cucina è un insieme di spezie, sapori e colori, preparata con cura e dettagli.

Parlando della nostra storia, l’Indonesia è stata coinvolta in numerosi scambi commerciali a causa delle nostre risorse naturali. Nel XVI secolo, il commercio delle spezie alimentava l’economia mondiale e il nostro paese fu all’avanguardia per i commercianti europei.

Spezie come la noce moscata e i chiodi di garofano, che provenivano dalle nostre isole, venivano vendute a prezzi incredibili in Europa. Gli esploratori come Cristoforo Colombo, Vasco da Gama, Ferdinando Magellano, Henry Hudson e molti altri cercarono tutti delle rotte per le isole delle spezie. I viaggi alla ricerca delle ricche spezie indonesiane aveva permesso all’uomo di acquisire per la prima volta, una vasta conoscenza della geografia del pianeta.

Le Molucche, riconosciute come Isole delle Spezie, sono quelle che hanno contribuito all’introduzione dei chiodi di garofano e della noce moscata nella nostra cucina e nella cucina internazionale. I nostri piatti nazionali: nasi goreng (riso fritto), gado-gado (insalata alla salsa di arachidi), sate (gli spiedini di pollo) e soto (un tipo di zuppa speziata), sono resi gustosi da queste diverse spezie.

Se desiderate importare le spezie migliori del mondo e volete conoscerle meglio, contattate info@atani-roma.it

 

Komentar Facebook

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*